Caricamento

Pidocchi

Riassunto pidocchi 

Introduzione pidocchiI pidocchi (pediculosi in una lingua più tecnica) colpiscono soprattutto i bambini tra i 3 e i 12 anni e negli ultimi tre anni è stato riscontrato un significativo aumento dell'incidenza dei pidocchi.
 
Il problema principale per i genitori per il trattamento è la sempre maggiore resistenza dei pidocchi ai prodotti classici (malathion ,...) e per questo motivo è preferibile adottare trattamenti di tipo meccanico (e non chimico) contro i pidocchi. 
 
Per eliminare i pidocchi vi invitiamo a documentarvi e soprattutto ad andare in farmacia. Il farmacista ha esperienza e può aiutarvi a individuare il trattamento più adatto a voi o ai vostri figli. Nella maggior parte dei casi non è necessario consultare un medico.
 
PidocchiInfine, un punto che verrà ripreso nella sezione buoni consigli contro i pidocchi, è importante che, per solidarietà con la famiglia e la società in generale, la persona con i pidocchi non presti agli altri suoi effetti personali (cappello, berretto,...) o il pettine. Sarà inoltre necessario informare gli altri che il bambino ha i pidocchi. I pidocchi non sono segno di scarsa igiene, quindi non vergognarti!
 
Definizione
 
I pidocchi sono insetti (parassiti) inoffensivi di circa 3 mm (dimensioni di un grano di sesamo) e il cui colore è spesso simile a quello dei capelli.
 
Generalmente, i pidocchi non comportano conseguenze gravi per la salute, tranne un forte prurito e problemi di ordine sociali (p. es. a scuola).
 
I pidocchi si nutrono di sangue attraverso il cuoio capelluto e ciò provoca prurito e genera anche arrossamenti, a causa della saliva iniettata durante il morso.
 
Bisogna sapere che i pidocchi si attaccano ai capelli e al cuoio capelluto e che le femmine covano uova chiamate lendini, che sono di colore chiaro e misurano circa 1mm.
 
Si tratta di un’infezione molta contagiosa che si trasmette di testa in testa e velocemente nel caso nei bambini quando stanno insieme e in particolare alla fine dell’estate (con l’inizio delle scuole) e durante l’autunno.
 
I pidocchi non sono il segno di scarsa igiene, ma piuttosto il contrario, perché questi parassiti preferiscono un ambiente secco, non grasso e pulito. I capelli dei bambini spesso sono così e perciò sono loro i soggetti più colpiti.
 
Inoltre, i pidocchi tendono a colpire prevalentemente le bambine: secondo uno studio condotto in Iran nel 2009 (pubblicato sulla rivista "Ca m'intéresse" nel febbraio 2010), infatti, su 850 scolari, le bambine avevano un tasso d’infezione del 13,5% rispetto allo 0,7% dei maschi. È la lunghezza dei capelli ad esercitare un ruolo importante, e il sesso non ha invece alcuna influenza (ad esempio dal punto di vista ormonale) sui pidocchi. Altre teorie dicono che le bambine siano più colpite dai pidocchi perché fanno dei giochi che prevedono contatti più ravvicinati tra le loro teste rispetto ai giochi dei maschi.
 
Cause
 
I pidocchi sono dei parassiti o insetti. Provocano prurito e si nutrono del sangue del cuoio capelluto.
 
Un pidocchio (che vive circa 1 mese) fa nascere circa 10 lendini al giorno (300-400 lendini nel corso della vita) che si schiudono dopo 7 -10 giorni.
 
I pidocchi si riproducono più facilmente in zone calde come i capelli, in particolare dietro le orecchie (zona da controllare bene) o sui peli pubici.
 
I pidocchi sono in grado di sopravvivere 2-3 giorni al di fuori del loro ambiente (capelli), sopra gli abiti (tessili), ciò spiega l’importanza di lavare bene gli abiti ad alta temperatura (60°).
 
Le lendini sono in grado di sopravvivere 6 giorni al di fuori del loro ambiente.
 
Lo sviluppo dei pidocchi è favorito dai contatti ravvicinati per esempio fra bambini (settimana bianca, gite scolastiche, …). In funzione del contatto ravvicinato dei bambini e della qualità dei loro capelli (fini) questo gruppo di persone è spesso interessato dai pidocchi e in particolare i bambini tra i 5 e gli 11 anni.
 
Sintomi 
 
I pidocchi si trovano generalmente sul cuoio capelluto (pidocchi di testa). Nei bambini piccoli i pidocchi possono colonizzare anche le sopracciglia e le ciglia.
 
In generale, i pidocchi provocano un forte prurito, si possono osservare delle placche rosse in seguito al prurito e queste possono talvolta comportare un’infezione. È molto difficile distinguere i pidocchi (il colore è molto simile a quello dei capelli), mentre è più facile osservare le lendini che sono di colore più chiaro. Le lendini sono generalmente attaccate al capello vicino alla radice.
 
Le lendini restano attaccate anche dopo il passaggio di una spazzola o di un buono shampoo, questo permette di distinguerle dalla forfora che, generalmente, viene eliminata facilmente al contatto con un pettine.
 
Per determinare se vostro figlio ha i pidocchi, utilizzate un pettine fino, e sotto una buona luce osserverete se sono presenti una o più lendini.
 
Anche con una sola lendine osservata bisogna cominciare un trattamento, perché questa lendine potrà, una volta schiusa, dar vita a numerosi pidocchi (da 7 a 10 al giorno) sulla testa.
 
Notiamo che per essere assolutamente sicuri che si tratta di pidocchi, bisogna farsi visitare (o fare visitare vostro figlio, se è il caso) da uno specialista, dottore, infermiere, farmacista che ha esperienza nel campo.
 
Trattamento
 
Trattamento chimico pidocchi
 
Esistono gel o shampoo curativi in vendita in farmaci a base di malathion, dermatoline, lindano, …
 
Si tratta spesso di prodotti di cui si deve ripetere l’applicazione dopo qualche giorno, chiedete consiglio al vostro farmacista per i nomi dei prodotti e la posologia esatta.
La resistenza dei pidocchi a questo genere di prodotti può talvolta essere forte (vedi anche sotto).
 
Notiamo che una volta finito il trattamento, si devono assolutamente togliere le lendini che rimangono con un pettine speciale o in un altro modo (unghie, forbici).
 
- Notate che esistono anche trattamenti preventivi (molecole chimiche, olio di cocco, salice,…) per vostro figlio e i suoi compagni, chiedete consiglio nella vostra farmacia!
 
Trattamento meccanico dei pidocchi
 
Esistono anche rimedi naturali a base di olio di cocco e di anice che impediscono ai pidocchi di respirare.
 
Secondo un documentario sui pidocchi della TSR (televisione svizzera) del febbraio 2010, stando a un medico del Cantone di Vaud, i trattamenti che funzionano meglio contro i pidocchi e a cui i parassiti presentano meno resistenza sono quelli che contengono dimeticone (un olio che agisce sui pidocchi come una sorta di colla), per esempio: Pedicul® Hermal, Hedrin®,...
 
Questi trattamenti ricoprono le lendini e i pidocchi con una pellicola occlusiva che ne ostruisce le vie respiratorie e li uccide. I casi di resistenza sono meno numerosi visto che si tratta di un meccanismo meccanico e non chimico.
 
Notiamo che una volta il trattamento finito, si deve assolutamente togliere e scollare le lendini che rimangono con un pettine speciale o in un altro modo (unghie, forbici).
 
>> Notate che esistono ugualmente dei trattamenti preventivi (molecole chimiche, olio di cocco, salice,…) per vostro figlio e i suoi compagni, chiedete consiglio nella vostra farmacia !
 
Fitoterapia
 
- Shampoo a base di corteccia di salice possono aiutare ad eliminare e prevenire altre infezione dei pidocchi. Si tratta di un’alternativa naturale, più che di un trattamento “farmacologico” di prima scelta.
 
- Applicare delle gocce di olio essenziale di lavanda sulle mani, passare le dita tra i capelli, ripetendo l’applicazione per più giorni consecutivi, è efficace sia per eliminare i pidocchi, sia per prevenire la loro comparsa.
 
Rimedi della nonna
 
Rimedi della nonna per curare le pidocchi
 
- Utilizzare henné neutro per la prevenzione dei pidocchi. Secondo un internauta di Creafarma.ch è un rimedio molto efficace.
 
Consigli utili 
 
- Tutte le persone in contatto con gente che ha i pidocchi devono essere controllate, e nel caso in cui il controllo dia esito positivo, devono intraprendere immediatamente un trattamento. Inoltre, è importante applicare trattamenti preventivi per le persone vicine al paziente. Ricordiamo che i pidocchi non sono dovuti a una mancanza d’igiene.
 
- Utilizzare possibilmente trattamenti preventivi anche per le persone vicine a chi ha i pidocchi.
 
- Per identificare meglio le lendini, potete acquistare in farmacia spray che rendono le lendini chiaramente visibili colorandole di rosa.
 
- E’ fortemente consigliato togliere le lendini dai capelli bagnati con un pettine speciale con denti fitti nei giorni 1, 5, 9 e 13 (contati a partire dall’inizio del trattamento) non esitate a superare il tempo previsto (30 minuti per volta). [fonte: raccomandazione dell’istituto Robert-Koch di Berlino, Germania]
 
- Tutti gli oggetti tessili (abiti, lenzuola, peluche, …) del bambino dovrebbero essere lavati a più di 60°C se non potete lavarli, chiudete i tessili dentro un sacco di plastica per 10 giorni, affinché i pidocchi muoiano di fame. Un metodo più corto sarebbe depositare il sacco di plastica nel congelatore per 24h (i pidocchi moriranno ugualmente).
 
- Per rimuovere le lendini si possono lavare i capelli usando una soluzione di acqua e aceto. In alternativa si può usare anche dell'aceto non diluito (l'aceto scioglie il guscio delle lendini e risulta quindi molto efficace).
 
- Se vostro figlio ha i pidocchi, non mandatelo a scuola: informate il professore e l’istituto scolastico, affinché possano prendere le misure preventive del caso
 
- Bagnare i pettini e le spazzole in acqua calda con sapone per almeno 10 minuti.
 
- Evitare tutti i contatti con berretti, asciugamani, … e con tutti i bambini che hanno i pidocchi.
 
- Non asciugare i capelli a una temperatura troppo calda, evitare di asciugarli con un fono.
 
- Un trattamento tra i più efficaci, ma anche tra i più estremi, è tagliare tutti i capelli, se è possibile farlo, si tratta del metodo migliore !
 
- Degli shampoo a base di radice di salice possono aiutare grazie alle loro virtù preventive e anche come trattamento per eliminare i pidocchi. Eventualmente, applicare delle gocce sotto forma d’essenza di lavanda sulla nuca grazie all’effetto preventivo della lavanda.
 
- Infine, dopo 10 giorni di trattamento contro i pidocchi, bisogna rifare un controllo completo della testa per vedere se non rimane veramente più nessun pidocchio o lendini.
Come si dice ​pidocchi nelle altre grandi lingue ?
 in inglese: louse  in tedesco: Läuse
France in francese: poux  in spagnolo: piojo
 in portoghese: piolho  
 
Informazioni sulla redazione: questo articolo è stato modificato il 25.05.2014.