Caricamento

Raffreddore

Riassunto del raffreddore

RaffreddoreIl raffreddore, o rinite, è una malattia infettiva delle vie respiratorie superiori, in particolare della mucosa nasale.
 
Il raffreddore è provocato soprattutto da virus ed è molto frequente in autunno, inverno e all'inizio della primavera: spesso è associato ad una malattia da raffreddamento.
 
Più di 200 diversi virus possono provocare un raffreddore: si noti la differenza con l'influenza, che è invece causata esclusivamente dal virus dell'influenza.
 
Alcuni fattori possono, direttamente o indirettamente, favorire lo sviluppo di un raffreddore, come il freddo, lo stress, o l'umidità.
 
Si tratta di un'infezione altamente contagiosa che si diffonde attraverso starnuti, colpi di tosse (trasmissione per mezzo di minuscole goccioline) o a volte anche durante una stretta di mano.
 
I sintomi tipici di un raffreddore stagionale sono, inizialmente, un naso che cola con muco liquido e chiaro, che diventa in seguito, generalmente nel giro di un paio di giorni, più denso e purulento: è in questo momento che il naso risulta chiuso.
Malattie raffreddamento
 
Trattamento RaffreddorePer curare il raffreddore ci si può affidare a diversi trattamenti, come i farmaci vasocostrittori locali (in spray o gocce), gli antistaminici o i vasocostrittori per via orale. In caso di febbre, è consigliabile assumere analgesici come il paracetamolo. Anche le soluzione saline (soluzione fisiologica) svolgono un'azione terapeutica e preventiva molto interessante (anche contro la sinusite).
 
Alcune piante medicinali come il timo (in forma di tisana, inalazione, olio essenziale), il sambuco o l’ eucalipto possono completare la terapia.
 
Bere molto, mangiare sano, consumare vitamina C e anche umidificare gli ambienti, sono consigli utili per prevenire e curare il raffreddore. Scoprite tutti i nostri consigli per curare il raffreddore
 
Definizione raffreddore
 
Il raffreddore è un’infezione che tocca le vie respiratorie superiori e segnatamente il naso.
 
Le fossi nasali e i sino secernano continuamente un liquido che mantiene l’umidità della mucosa, impedisce l’entrata d’agenti infetti, umidifica e riscalda l’aria ispirata. Questo liquido è trasportato da ciglia che riportano questi muchi verso l’interno.
 
Quando la mucosa è irritata (da virus ad esempio), si gonfia, aumenta la sua secrezione di liquido per “fare andare via” i virus e diminuisce lo spazio libero dedicato allo scorrimento del muco, ciò che provoca il raffreddore. Si può allora risentire un sentimento d’ostruzione di tutta la regione nasale abbastanza sgradevole.
 
Si distingue un raffreddore allergico o febbre da fieno (vedi > differenza entro raffreddore stagionale e allergico) da un raffreddore stagionale (rinite stagionale), questo ultimo è soprattutto da incombere ai virus ed è molto frequente in autunno, inverno e inizio primavera, è soprattutto associato ad un raffreddamento.
 
Cause raffreddore
 
Le cause di un raffreddore sono da incombere a dei virus (rinovirus) di cui ne denominiamo circa 200 differenti, questi ultimi invadono le cellule della mucosa nasale e provocano il raffreddore.
 
Notiamo che come per i raffreddamenti (il raffreddore è un sintomo possibile di un raffreddamento) non è il freddo lui-stesso il responsabile del raffreddore stagionale ma bene come l’abbiamo visto più in alto si tratta dei virus, il freddo favorisce lo sviluppo di un virus, segnatamente indebolendo il sistema immunitario.
 
Notiamo che il freddo messo da parte, lo stress, e l’umidità possono favorire l’apparizione o lo sviluppo di virus provocando il raffreddore.
 
Questo significa che stimolare il suo sistema immunitario con dell’ echinacea o con la presa di vitamine C, vestirsi caldamente e diminuire lo stress sono dei fattori importanti come metodo di prevenzione contro il raffreddore.
 
Si tratta di un’infezione molto contagiosa che si propaga con degli starnuti o della tosse (trasmissione in fini goccie) o avvolte pure stringendosi le mani.
 
Come si tratta di un virus, gli antibiotici non hanno alcun effetto per curare il raffreddore nel caso dove non ci sono nessune superinfezioni batteriche (ad esempio sinusite batterica).
 
In un raffreddore senza superinfezione batterica la sola cosa che si può fare è curare i sintomi (vedi ugualmente sintomi e trattamenti del raffreddore).
 
Sintomi raffreddore
 
I sintomi tipici di un raffreddore stagionale sono :
 
- all’ inizio del raffreddore lo scorrimento è liquido e limpido
 
- … poi il liquido diventa più spesso e purulente, questo appare spesso dopo qualche giorno ed è a questo punto che il naso si ostruisce.
 
- il raffreddore può essere associato a degli starnuti o ad altri sintomi tipici del raffreddamento (dolore, febbre, bruciature nel naso, …).
 
Un raffreddore (stagionale) dura in generale circa 7 a 10 giorni.
Consultate il vostro medico se il raffreddore è associato a delle febbri elevateche durano, un’impressione di sinusite (ostruito fino all’alto della fronte) o se il raffreddore dura più di 10 giorni e anche in casi di problemi respiratori.
 
Trattamento raffreddore
 
Per curare un raffreddore stagionale si dispone di diverse molecole (chiedete consiglio al vostro farmacista) classiche (in spray o da inghiottire) o naturali (ad esempio acqua salata) :
 
- vasocostrittori (=decongestionanti) locali (a base di xylometazoline ad esempio) che curano efficacemente i sintomi del raffreddore stagionale in spray, quando il naso si ostruisce. (Attenzione non utilizzare questo spray più di 10 giorni tranne contro avviso medico contrario, perché dopo è il medicamento lui-stesso che può provocare il raffreddore (instauro di un cerchio vizioso).
 
- antistaminici quando il naso cola (liquido), si tratta spesso di sintomi di un raffreddore allergico.
 
- soluzioni saline da utilizzare in lavaggio nasale .
 
Differenti preparazioni saline in vendita in farmacia o in rimedi della nonna (vedi qui-sotto).

ACQUA FISIOLOGICA

Preparazione : Fare bollire un litro d’acqua e aggiungere un cucchiaio da caffé di sale. Lasciare raffreddare.

Applicazione / uso : Utilizzare una siringa o una pipetta e spruzzare dentro le narici dicendo “ké ké ké….” Affinché l’acqua non passi direttamente nella bocca, ma scenda il più lontano possibile nei sinus.

forme nasali con scopo antibatterico , medicamento dautilizzare in inalazione e in casi di sinusite importante oraffreddore “ben ostruito”.

- vasocostrittori in presa orale (a base di pseudoefedrine ad esempio).

Attenzione in casi d’ipertensione, parlatene al vostro medico o farmacista perché esiste un rischio di effetti collaterali.
 
- medicamenti composti per curare il raffreddore e i dolori, differenti preparazioni, parlatene al vostro farmacista, vedi ugualmente medicamenti composti sul tema dedicato al raffreddamento.
 
- acidi acetilsalicilici (dosaggio per adulti : in compresse da 500mg tre volte al giorno) : medicamento che secondo gli esperti frenerebbe lo sviluppo del raffreddore, agirebbe ugualmente come antinfiammatorio, antidolorifico e febbrifughe.
 
Attenzione agli effetti collaterali e ai rischi d’interazione con gli acidi acetilsalicilici, chiedete consiglio al vostro farmacista.
 
Fitoterapia raffreddore
 
- oli essenziali (a base di menta, eucalipto, timo) : in inalazione o sotto forma di pomate. In effetti, più lunghi che per i medicamenti e trattamenti citati qui sopra ma altrettanto efficaci per pulire le vie respiratorie.
 
- pomate nasali : per reidratare la mucosa nasale che è molto spesso secca dopo un raffreddore, differenti pomate nasali in vendita in farmacia.
 
Differenze tra raffreddore e febbre da fienno
 
Differenze entro i sintomi del raffreddore stagionale e quello allergico (febbre da fieno) :
 
Apparizione dei sintomi
 
Il raffreddore stagionale (uno dei sintomi possibili del raffreddamento) e la rinite allergica causano nei due casi dei sintomi tale che degli starnuti, congestione nasali, naso che cola, occhi rossi, stanchezza e mal di testa.
 
Tuttavia il raffreddore stagionaleproduce dei sintomi che appaiono l’uno dopo l’altro, ciò significa prima gli starnuti, poi il naso che cola, …
 
La rinite allergica lei produce dei sintomi che appaiono insieme.
 
Durata dei sintomi
 
Il raffreddore stagionale dura in generale dai 7 ai 10 giorni, mentre il raffreddore da fieno o la rinite allergica può durare il tempo dell’esposizione all’allergene, quindi a durata indeterminata.
 
Scorrimento del muco
 
I raffreddori stagionali possono causare degli scorrimenti di color giallo, segnatamente qualche giornodopo l’inizio del raffreddore, traducendo un’infezione.
 
Le riniti allergiche provocano in generale degli scorrimenti chiari e molto liquidi (con dell’acqua).
 
Starnuti
 
Lo starnuto è un sintomo tipico della rinite allergica. Specialmente quando si produce due o tre volte di seguito.
 
Periodo dell’anno
 
I raffreddori stagionali sono più frequenti durante i mesi invernali.
Al contrario le rinite allergiche sono più frequenti in primavera, il periodo della pollinazione.
 
Presenza di febbre
 
I raffreddori stagionali possono essere accompagnati da febbri, ciò non è il caso delle riniti allergiche.
 
>> saperne di più sulla febbre da fieno
 
Rimedi della nonna raffreddore
 
 
 
 
 
 
 
Consigli utili raffreddore
 
- Bere molto, più di un litroal giorno, sotto forma di succo di frutta, tisane, o tè. Lo scopo è di cercare di “diluireil virus, ciò che aumenta la sua eliminazione.
 
- Mangiare molti alimentiricchi in vitamina C o prendere dei medicamenti o complementi alimentari ricchi in vitamina C o in zinco.
 
- Dormire a sufficienza (il riposo aumenta le difese immunitarie).
 
- Umidificare la mucosa nasale con del serum fisiologico ( vedi più in alto)
 
- Bere delle bevande calde.
 
- Fare delle inalazioni di vapore calde (con o senza oli essenziali).
 
- Avvolte nel raffreddore la mucosa è molto secca, non esitate ad applicare una pomata nasalereidratante (differenti pomate nasali in vendita in farmacia).
 
Prevenzione raffreddore
 
1. Lavarsi le mani :
 
La maggior parte dei raffreddamenti e delle febbri si propagano con un contatto diretto. Ad esempio una persona ammalata che si soffia il naso avrà dei virus sulle mani, questi ultimi potranno depositarsi su un telefono, una tastiera o una finestra.
 
I germi possono vivere delle ore. Allora lavatevi le mani spesso ! Se non ci sono possibilità di lavarsi le mani, strofinatevi le mani, in questo modo i germi si distruggeranno ugualmente, fatelo forte e durante un minuto almeno.
 
2. Non toccarsi il naso con le mani :
 
Come menzionato prima i germi restano sulle mani. E vivamente consigliato di asciugarsi il naso con un fazzoletto, di starnutire o di tossire dentro ad un fazzoletto, è un buon metodo per allontanare i germi.
 
3. Non toccarsi il viso con le mani :
 
I virus dell’influenza e dei raffreddamenti s’introducono nel vostro organismo nell'intermediario degli occhi, del naso e della bocca.
 
Toccando queste parti la più parte delle persone, e segnatamente i bambini, trasmettono questi germi alle persone che stanno vicine.
 
4. Bere molti liquidi :
 
L’acqua pulisce il vostro organismo ! Questa cosa è vera, in effetti, bere molto (1.5 litri al giorno) permette di eliminare i veleni, batteri e altri virus e vi reidrata. Si può considerare che con l’acqua, diluiamo i germi e questo permette un’eliminazione più rapida.
 
5. Fare una sauna :
 
Le ricerche non sono ancora molto chiare. Tuttavia si pensa che due saune alla settimana diminuiscono di metà la probabilità di contrattare un raffreddamento o un influenza.
 
Una teoria sarebbe che nella sauna s’inala dell’aria calda a più di 80°C, quest’alta temperatura ucciderebbe i virus. Per di più una sauna imbellisce la pelle.
 
6. Respirare dell’aria fresca :
 
Questo può apparire paradossale ma l’ariafresca permette di migliorare la resistenza al freddo. Soprattutto d’inverno con il riscaldamento, l’organismo si trova vulnerabile quando è al freddo.
 
7. Fare dell’esercizio regolarmente :
 
Fate dell’esercizio ( sport o walking) perché questo aiuta a sviluppare il sistema immunitario (il sistema di difesa) e ad essere più resistenti, lotterà dunque più efficacemente contro gli aggressori (virus, batteri).
 
8. Mangiate frutti e verdure :
 
Nei frutti e i legumi troviamo delle molecole naturali, che chiameremo “fitos”.
 
I “fitos” sono ad esempio le vitamine, i caroteni,… questi ultimi contribuiscono a rinforzare le difese del corpo umano.
 
9. Mangiare yogurt :
 
Degli studi hanno dimostrato che mangiare yogurt una volta al giorno può ridurre del 25% la probabilità di avere un raffreddamento o un raffreddore. Si pensa che i batteri presenti nello yogurt possano stimolare il sistema immunitario (di difesa).
 
10. Non fumare o fumare di meno :
 
Fumando si paralizzano le ciglia del naso. Meno germi sono ritenuti e il corpo si ritrova allora fragilizato. Gli esperti pensano che fumare una sigaretta potrebbe paralizzare le ciglia durante 30 a 40 minuti.
 
11. Diminuire la consumazione d’alcool :
 
Una consumazione importante d’ alcool distruggerebbe il fegato che è l’uno dei principali organi di purificazione dei germi. Per di più, l’alcool provoca una disidratazione del corpo ciò che è contrario alla prevenzione e al trattamento di un influenza.
 
12. Rilassarsi :
 
Il fatto di rilassarsi è molto importante. Degli studi hanno dimostrato ​13. Idratate la mucosa nasale!che rilassandosi si può attivare il sistema immunitario a richiesta. In effetti, i vostri “interleukin”, molecole importanti nel sistema di difesa contro i virus dell’influenza e dei raffreddamenti, aumentano nella circolazione sanguina. Aumentando allora la vostra difesa.
 
13. Idratate la mucosa nasale!
 
Mantenete la mucosa nasale il più idratata possibile, usando ad esempio dell'acqua fisiologica o collocando un umidificatore in camera da letto.
Come si dice ​raffreddore nelle altre grandi lingue ?
in inglese: cold  in tedesco: ​Schnupfen
Francein francese: ​rhume in spagnolo: constipado
in portoghese: ​rinite - congestão nasal  
 
Informazioni sulla redazione: questo articolo è stato modificato il 25.05.2014.